+39 0277790304 fast@fast.mi.it

Chi siamo

Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, fondata nel 1897

Promuovere la formazione e l’informazione tecnico scientifica e ambientale, la ricerca, l’innovazione, il trasferimento tecnologico, i principi dello Sviluppo Sostenibile. Incoraggiare i giovani ad approfondire i loro interessi nel mondo scientifico e motivarli ad intraprendere una carriera nel campo della ricerca

Le associazioni federate

Fanno parte della Federazione le più qualificate associazioni culturali, o loro sezioni, tutte indipendenti e senza scopo di lucro, che svolgono la loro attività nell’ambito delle discipline scientifiche e tecniche e loro applicazioni (art.  5 statuto).

Anche attraverso queste organizzazioni collegate, la Fast può disporre delle più significative competenze nei diversi campi della tecnologia. Le iniziative interdisciplinari vengono promosse e organizzate congiuntamente da diverse federate con il coordinamento della struttura centrale.

Associazione analisti ambientali
tel. 335.8331577
aaa@analistiambientali.org www.analistiambientali.org

Associazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni Sezione di Milano
tel. 02.87389976
sez.milano@aeit.it
www.aeit.it

Associazione professionale italiana ambiente e sicurezza
tel. 02.94368649
segreteria@networkaias.it
www.aias-sicurezza.it

Associazione italiana per l’informatica e il calcolo automatico
tel. 02.7645501
aicanet@aicanet.it
www.aicanet.it

Associazione italiana di ingegneria economica
tel. 328.7725970
segreteria@aice-it.org
www.aice-it.org

Associazione italiana di chimica tessile e coloristica
tel. 0434640877
segreteria@aictc.org
www.aictc.org

Associazione italiana di metallurgia
tel. 02.76021132-76397770
aim@aimnet.it
www.metallurgia-italiana.net

Associazione italiana fra i tecnici di manutenzione
tel. 02.76020445
aiman@aiman.com
www.aiman.com

Associazione italiana prove non distruttive
tel. 030.3739173
segreteria@aipnd.it
www.aipnd.it

Associazione Italiana Di Systems Engineering
tel. 334.6760333
info@aise-incose-italia.it
www.aise-incose-italia.it

Associazione di scienze e tecnologia
segreteria@aiv.it

Associazione ambiente e lavoro
tel. 02.26223120
www.amblav.it

Associazione nazionale italiana per l’automazione
tel. 02.39289341
anipla@amipla.it
www.anipla.it

Associazione termotecnica italiana, sezione Lombardia
tel. 02.784989
www.ati2000.it

Collegio degli ingegneri e degli architetti di Milano
tel. 02.76003509, fax 02.76022755
www.ciam1563.it

Gruppo Nazionale di bioingegneria
info@grupponazionalebioingegneria.it
www.grupponazionalebioingegneria.it

Associazione italiana idrogeno e celle a combustibile
tel. 02.77790315
segreteria@h2it.it
www.h2it.it

Advancing technology for humanity, Italy section
www.ieee.org

Organizzazione per la chimica e per la tecnologica innovativa dei materiali avanzati
tel. 02.2564253
info@octima.it
www.octima.it

Società chimica italiana, sezione Lombardia
tel. 02.784545
www.soc.chim.it

Società d’incoraggiamento d’arti e mestieri
tel. 02.86450125
segreteria@siam1838.it
www.siam1838.it

Società italiana caos e complessità
info@sicc-it.org
www.sicc-it.org

Società italiana di Fisica
tel. 051.331554
sif@sif.it
ww.sif.it

Triple Helix Association
www.triplehelixassociation.org

Unione giornalisti italiani scientifici
tel. 02.77790322, fax 02.782485
ugis@ugis.it
www.ugis.it

Più di un secolo di storia…

É il 1897. Nasce a Milano la Federazione delle società scientifiche e tecniche, su iniziativa di Giuseppe Colombo e Cesare Saldini, sostenuti e coadiuvati da altre personalità del mondo accademico e imprenditoriale di fine secolo, fra cui Galileo Ferraris e Giovanni Battista Pirelli.

Partecipano alla creazione, o vi aderiscono subito dopo, le  più qualificate istituzioni tecnico-scientifiche: il Collegio degli Ingegneri e degli Architetti, la Società chimica di Milano, l’Associazione elettrotecnica, sezione di Milano, la Reale società di igiene, l’Associazione tra metallurgici ed affini, l’Associazione sanitaria milanese e la Società farmaceutica.

18 Giugno 1897

Fast nasce a Milano

Nasce a Milano la federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, su iniziativa di Giuseppe Colombo e Cesare Saldini, figure di primo piano presso il Politecnico di Milano e protagonisti della nascita dell’industria e della tecnica in Italia

1899

1° congresso nazionale degli elettricisti e commemorazione di Alessandro Volta

1904

“Escursione in America” degli elettricisti, ricevuti anche dal presidente Roosevelt

1934

9° conferenza internazionale di chimica a Madrid con la collaborazione della Fast

1946

Il congresso dei Chimici in Fiera segna la ripresa dell’attività scientifica della Fast dopo la guerra

1946

Rifondazione e rilancio della Fast, dopo la parentesi bellica, da parte delle tre associazioni fondatrici: SCI-Società chimica italiana, sezione Lombardia, AEI-Associazione elettrotecnica italiana, sezione Lombardia e AIM-Associazione italiana di metallurgia, a cui si aggiungeranno nel tempo molte organizzazioni tecnico-scientifiche italiane

Inizia la presidenza di Luigi Morandi, fino al 1968

1950
1950

Inizia il ciclo delle conferenze “International Nuclear Energy Days”

1956

Fast progetta e organizza la prima edizione di Bias – Biennale internazionale dell’automazione e strumentazione –

1956

E’ l’anno della prima edizione del BIAS-biennale internazionale dell’automazione e strumentazione, mostra-convegno organizzata dalla Fast con Anipla

1956

Nasce il gruppo di studio sulle acque che promuove molte iniziative. La tematica rimane centrale con molti corsi di formazione organizzati dalla Fast

1959

Si conclude il libro bianco sulla ricerca scientifica e tecnologica, preparato da Fast e Censis. Morandi coinvolge persone di grandi capacità per promuovere anche in Italia la politica di innovazione tecnologica, sensibilizzando il mondo istituzionale sulle scelte fondamentali per l’ammodernamento del paese nel contesto internazionale

1961

Viene inaugurata, in Piazzale Morandi 2 a Milano, la nuova sede della Federazione, voluta da Luigi Morandi. Il Presidente della Repubblica Giovanni Gronchi è presente alla cerimonia del 25 novembre

1963

Fast organizza con la Società chimica italiana la prima edizione del Rich, convegno ed esposizione della chimica presso il Museo della scienza e della tecnica

1963

Inizia il 23 luglio la pubblicazione del Corriere della scienza realizzata con la collaborazione della Fast, con lo scopo di spiegare in modo semplice i fenomeni scientifici e la complessità della tecnologia

1965

Il Presidente della Repubblica Giuseppe Saragat visita la Fast e inaugura la Foist-Fondazione per lo sviluppo e la diffusione dell’istruzione e della cultura scientifica e tecnica, diretta emanazione della Federazione, che avvia una concreta sperimentazione in campo didattico per la scuola del futuro, dedicandosi alla formazione nei settori scientifici e a nuovi metodi per l’insegnamento della matematica

1966

Fast è parte attiva nella fondazione di UGIS-Unione giornalisti italiani scientifici, a dimostrazione della grande attività a favore della divulgazione del sapere scientifico

1967

Fast organizza il Convegno La ricerca industriale per l’Italia di domani, da cui nasce il Fondo IMI per la ricerca applicata

1967

Il 7 dicembre il Comune di Milano conferisce alla Fast la medaglia d’oro di benemerenza per l’alto rigore scientifico e per lo studio dei problemi più urgenti della tecnica moderna

1970

Fast organizza il convegno L’uomo e l’ambiente, con 1600 partecipanti, premessa alla conferenza dell’Onu sull’ambiente del 1972

1971

il 16 novembre gli astronauti americani dell’Apollo 15 Scott, Vorden e Irwin intervengono alla tavola rotonda organizzata dalla Fast sui risultati scientifici delle missioni spaziali

1983

esce il primo rapporto sulle biotecnologie, a cura della Fast, edito da Franco Angeli

1987

“Il territorio di Massa Carrara” è il primo degli studi sulla VIA (Valutazione di impatto aziendale) realizzato da Fast e dal proprio gruppo di esperti guidati da Paolo Schmidt di Friedberg

1988

viene istituito il servizio Fast Sportello Europa, per informare ed assistere gli operatori italiani sulle azioni promosse e finanziate dalla Commissione europea

1988

esce il primo libro bianco sulla qualità, realizzato da Fast e AICQ, con il titolo: Qualità: strategia per lo sviluppo. Situazione internazionale, realtà e prospettive per l’Italia

1989

La Commissione europea – DG Ricerca avvia EUCYS-European Union Contest for Yung Scientists. Fast viene scelta come National Organiser per l’Italia

1990

Fast è socio fondatore e sostenitore di APRE-Agenzia per la promozione della ricerca europea e diventa sportello Apre a Milano

1990

Fast organizza il primo appuntamento dell’iniziativa Milano incontra i premi Nobel, insieme al Comune, Assolombarda e Consiglio Nazionale delle Ricerche. Intervengono i Nobel: Lehn, Prigogine, Levi, Montalcini, Yalow, Rubbia, Siegbahn e Lee

1995

Fast ottiene il riconoscimento di personalità giuridica dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca scientifica

1995

Fast, con l’Associazione Analisti Ambientali, realizza e gestisce il Centro italiano per la valutazione di impatto ambientale, struttura di riferimento per l’Italia nella rete europea degli EIA (Environmental Impact Assessment) centre

1997

Nell’anno del suo centenario, Fast organizza a Milano per la prima volta il Contest europeo per i giovani scienziati

2004

Fast è fra i promotori di H2IT-Associazione italiana Idrogeno e Celle a combustibile, di cui seguirà vita, attività e segreteria

2008

Fast entra a far parte di EEN-Enterprise Europe Network, la più importante rete europea a supporto delle imprese e dei centri di ricerca per attività di trasferimento tecnologico e internazionalizzazione. EEN nasce dalla fusione di due precedenti network: gli Euroinfocentre e gli Innovation Relay Centre, di cui Fast
era già partner dal 1996

2015

In occasione di EXPO 2015, Fast organizza a Milano la 27° edizione del Concorso europeo per i giovani scienziati

2017

viene costituita Fast Ambiente Academy, nell’ambito della quale confluiscono i corsi ambiente e vengono pianificate le iniziative di formazione tecnico-scientifica per lo sviluppo sostenibile e l’economia
circolare