LIVINLUCE 2009 - ENERMOTIVE 2009

Il nucleare in Italia: si riparte?

FieraMilano Rho, Centro congressi Stella Polare

27 maggio 2009

Atti

Presentazione

Fin dagli anni Cinquanta l’Italia ha avuto una posizione pionieristica nell’energia nucleare. L’attività nel settore è proseguita con alterne vicende fino al referendum del 1987 che ha causato l’uscita dal nucleare. Potrebbe il nostro paese riprendere il suo ruolo nella produzione elettrica con tale tecnologia? Con quali competenze? Entro quando ci sarà la prossima nuova centrale?

Negli ambienti scientifici e tecnologici se ne parla da vari anni. La maggior parte dell’opinione pubblica non si lascia più condizionare dagli ideologismi, come ha evidenziato anche lo studio di FieraMilanoTech del 2007. La turbolenza dei prezzi e le incertezze degli approvvigionamenti energetici del 2008 accelerano ulteriormente l’attenzione per l’elettricità da fonte nucleare.

Questo quadro d’insieme ha in un certo senso preparato l’intesa annunciata nel recente vertice italo-francese e nella conseguente collaborazione Enel-Edf per il nucleare di terza generazione.

Attraverso la testimonianza dei protagonisti, l’evento vuole presentare criticità e opportunità del nucleare in Italia, inserito nel contesto europeo e mondiale, cercando di illustrare i veri contenuti dell’accordo franco-italiano non adeguatamente spiegati dagli organi di informazione.
 

Alessandro Clerici, Presidente Fast  e Wec-World Energy Council

Giancarlo Aquilanti, Responsabile area tecnica nucleare, Enel Ingegneria e Innovazione

Massimo Beccarello, Responsabile energia Confindustria

Silvio Bosetti, Direttore Generale Fondazione Energy Lab
Sergio Orlandi, Direttore Generale Ansaldo Nucleare - presentazione 1

Sergio Orlandi, Direttore Generale Ansaldo Nucleare - presentazione 2

Sergio Orlandi, Direttore Generale Ansaldo Nucleare - presentazione 3
Sergio Orlandi, Direttore Generale Ansaldo Nucleare - presentazione 4
Andrea Poggio, Vicedirettore Generale Legambiente
Giovanni Tagliabue, Edison