Convegni Fast nell’ambito di:

23/25 ottobre 2007, Fiera di Verona

con la collaborazione di:

Presentazione

Acquaria, Crea, Mcm, Save: sono gli acronimi per un nuovo importante appuntamento espositivo e convegnistico presso la Fiera

di Verona, dal 23 al 25 ottobre 2007. Le sigle si riferiscono a settori tecnologici qualificanti della realtà industriale italiana e

internazionale:

Acquaria: mostra convegno internazionale delle tecnologie per l’analisi, la distribuzione e il trattamento

Crea: expo business-forum internazionale condizionamento, riscaldamento, energia, ambiente

Mcm: mostra convegno internazionale della manutenzione industriale

Save: mostra convegno internazionale delle soluzioni e applicazioni verticali di automazione, strumentazione, sensori.

E’ un progetto innovativo proposto da Eiom, Ente italiano organizzazione mostre, a cui la Fast vuole partecipare, dando il proprio sostegno alla promozione, collaborando all’organizzazione, proponendo cinque iniziative di informazione qualificata.

Si tratta di una rassegna completa che tocca a 360 gradi importanti settori, proponendo un’area espositiva ampia ed

estremamente qualificata di prodotti, soluzioni e tecnologie innovative, accanto ad appuntamenti di natura congressuale per

approfondire le tematiche di maggior interesse.

L’invito è di visitare questa panoramica esaustiva di prodotti, tecnologie e servizi applicati: strumenti imprescindibili per le

aziende che desiderano conoscere e sperimentare le più recenti innovazioni sono abbinati con fondamentali momenti di incontro per tutti gli operatori professionali. Convegni, seminari, corsi di formazione fanno dell’evento una manifestazione dalla duplice valenza, capace di porsi come punto di riferimento per i comparti coinvolti a livello internazionale, sia come momento formativo che come opportunità di business.

Indice dei convegni Fast nell'ambito della Fiera di Verona
 

Riqualificazione energetica degli edifici e nuove normative. Il progetto CasaKyoto

martedì 23 ottobre, ore 9.30-13.00, Padiglione 4, Sala 4, Fiera di Verona
 

La gestione dell’acqua: quali soluzioni

martedì 23 ottobre, ore 14.00-18.00, Padiglione 4, Sala 7, Fiera di Verona
 

L’inquinamento atmosferico: dalla prevenzione, al controllo, alla riduzione

mercoledì 24 ottobre, ore 9.30-13.00, Padiglione 4, Sala 6,  Fiera di Verona
 

Il rischio della legionellosi: misure di controllo e prevenzione

mercoledì 24 ottobre, ore 14.00-18.00, Padiglione 4, Sala 6, Fiera di Verona
 

Idrogeno: quale energia per produrlo?

giovedì 25 ottobre, ore 9.30-13.00, Padiglione 4, Sala 5,  Fiera di Verona

Comitato scientifico

Giancarlo Bianchi (Aias)

Alessandro Clerici (Fast)

Adolfo Colombo (Fast)

Cesare Maria Joppolo (Aicarr)

Sergio Mammi (Anit)

Marieke Reijalt (Eha)

Alberto Pieri (H2It)

Alberto Servida (Anipla)


Segreteria tecnica

Olga Chitotti

Rosaria Gandolfi

Fabrizio Mattotea


Segreteria organizzativa

Ivana Marin

Roberta Panzeri

Segreteria dei convegni
Fast

P.le R. Morandi 2,

20121 Milano

Tel. 02.77790305
Fax 02.782485
Website: www.fast.mi.it
Email: fast@fast.mi.it

Sede dei convegni
Tutti i convegni si tengono presso il padiglione 4 della Fiera di Verona, Viale del Lavoro 8, 37135 Verona

Modalità di partecipazione
I convegni sono a partecipazione libera e gratuita.

Si prega di iscriversi utilizzando la scheda di partecipazione.

Si consiglia  di preregistrarsi on line per visitare gratuitamente la rassegna fieristica: www.expocrea.it

Organizzazione della

rassegna
Eiom, Viale Premuda, 2
20129 Milano

Tel. 02. 55181842
fax 02.55184161

www.eiomfiere.it
Email: eiom@eiomfiere.it

 
 

Riqualificazione energetica degli edifici e nuove normative. Il progetto CasaKyoto

martedì 23 ottobre, ore 9.30-13.00, Padiglione 4, Sala 4, Fiera di Verona, (nell’ambito del progetto europeo ProEcoPolyNet), con la collaborazione di Anit (Associazione Nazionale per l'Isolamento Termico e Acustico).
 

Gli edifici esistenti (con ristrutturazione parziale e integrale) rappresentano ormai gran parte del mercato edilizio italiano; la tendenza è destinata ad accentuarsi. Agire sul costruito presenta problematiche molto diverse rispetto alla nuova edificazione e richiede soluzioni appositamente studiate. Il convegno fa il punto sui possibili interventi e sulle nuove tecnologie disponibili alla luce degli incentivi fiscali e dei recenti provvedimenti legislativi.

 

PROGRAMMA

Moderatore: Alberto Pieri, Fast

09.30 I cambiamenti climatici, il protocollo di Kyoto e la necessità di intervenire almeno sul patrimonio edilizio esistente costruito di 26 milioni di alloggi inefficienti e responsabili del 33% delle emissioni in atmosfera
  Luca Lombroso
10.15 Il progetto Casakyoto, un catalogo di soluzioni integrate e collaudate per ridurre le emissioni e accrescere il benessere abitativo negli edifici esistenti
  Sergio Mammi, Anit
  Le soluzioni tecnologiche:
10.30 - interventi sull'involucro: isolamento a cappotto
  Federico Tedeschi, Caparol
10.45 - isolamento delle coperture e del primo solaio
  Andrea Ferro, Celenit
11.00 - isolamento dei serramenti
  Piero Mariotto, Alphacan
11.15 - isolamenti della parte vetrata
  Borroni, Saint Gobain
11.30 - ventilazione meccanica controllata e il recupero di calore
  Valentina Raisa, Aldes
11.45 Il requisito di benessere acustico
  Matteo Borghi, Tep
12.00 - la parete leggera
  Stefano Rigo, Knauf
12.15 - gli impianti di scarico
  Cavazzina, Bampi
12.30 - l'isolamento dei rumori da calpestio
  Christian Barbati, Tecnasfalti
12.45 Dibattito e chiusura
   

 

scheda di iscrizione

torna all'indice

La gestione dell’acqua: quali soluzioni?

martedì 23 ottobre, ore 14.00-18.00, Padiglione 4, Sala 7, Fiera di Verona

con il patrocinio di ANIPLA
 

Per un quinto dell’umanità l’acqua è un bene di difficile accesso; per almeno la metà degli abitanti della Terra essa è di scarsa qualità. E le previsioni non lasciano intravvedere nulla di buono: infatti da tempo gli esperti mettono in guardia sulla continua riduzione delle risorse idriche per uso umano. Il problema non riguarda solo le zone meno sviluppate; interessa sempre più anche i paesi ricchi e purtroppo pure l’Italia.

E’ questa la grande sfida del 21° secolo e qualcuno sostiene che i prossimi conflitti potranno essere causati dal controllo dell’”oro blu”. Anche nel nostro Paese, dunque, la gestione delle risorse idriche rappresenta sempre più un aspetto fondamentale sia per il settore pubblico che per quello privato. Pure le nuove indicazioni del testo unico in materia di politica ambientale invitano all’efficace impiego e alla tutela di tale bene insostituibile, fonte preziosa indispensabile per il futuro delle nostre generazioni.

I sistemi di monitoraggio e telecontrollo delle reti idriche sono utili strumenti per un’efficienza dei servizi di gestione delle acque potabili e degli impianti di depurazione e rappresentano un’opportunità di crescita per il sistema delle imprese.

 

PROGRAMMA

Moderatore: Alberto Pieri, Fast

14.00 Registrazione dei partecipanti

14.30 Introduzione ai lavori

14.45 L’uso sostenibile delle risorse idriche e le nuove disposizioni del Codice ambientale

         Bruno Miccio, Gruppo 183

15.15 La gestione delle risorse idriche: un’analisi comparata delle esperienze internazionali

         Elisabetta Linares, IEFE - Bocconi

15.45 La gestione e monitoraggio del fiume Adige nella prospettiva dei cambiamenti climatici

         Nicola Dell’Acqua, Autorità di Bacino dell’Adige

16.15 Il servizio idrico integrato dell’AATO Veronese

         Luciano Franchini, AATO Veronese

16.45 Applicazione di telecontrollo ad una rete idrica

         Giuseppe Cristaldi, Proteo s.p.a.

17.15 Dibattito e considerazioni conclusive

 

scheda di iscrizione

torna all'indice

L’inquinamento atmosferico: dalla prevenzione, al controllo, alla riduzione

mercoledì 24 ottobre ore 9.30-13.00, Padiglione 4, Sala 6, Fiera di Verona

L’inquinamento dell’aria rappresenta uno dei più gravi problemi ambientali a livello mondiale, con rischi significativi per la salute umana e per l’ambiente: incremento delle malattie dell’apparato respiratorio, morti premature, effetto serra, cambiamenti climatici.... Poterne contrastare la crescita e magari cominciare a ridurre gli impatti è la grande sfida che tutti, ma in particolare i paesi industrializzati, devono affrontare con la massima urgenza.

I provvedimenti adottati per far fronte a tale problematica sono molteplici: normative più restrittive, costante monitoraggio della qualità dell’aria, misure di prevenzione e riduzione delle emissioni di inquinanti atmosferici....Il convegno riporta l’attenzione su queste questioni con lo scopo di diventare un aggiornamento sul tema e stimolare gli enti competenti in materia e il pubblico al confronto e alla condivisione delle soluzioni.

PROGRAMMA

Moderatore: Olga Chitotti, Fast

09.00 Registrazione dei partecipanti
09.30

Introduzione ai lavori

09.45 Le driving forces dei principali inquinanti a livello internazionale con riferimento alle aree urbane
Mario Cirillo, Apat
10.15

Il programma europeo CAFE – Clean Air For Europe e la nuova normativa europea

Giovanni Desanti, Luisa Marelli, CCR Ispra

10.45

La qualità dell’aria nel Veneto

Fabio Dalan, Arpav

11.15

Le misure di prevenzione e riduzione dell’inquinamento atmosferico adottate nel Veneto

Roberto Morandi, Regione Veneto

11.45

La qualità dell’aria e la percezione della cittadinanza nel progetto di Agenda 21 locale

Ferdinando Cossio, Provincia di Verona

12.15

Esperienze dell'Ufficio Mobilità Sostenibile della provincia di Treviso

Paola Gallina, Provincia di Treviso

12.45 Dibattito e conclusioni
   
scheda di iscrizione

torna all'indice

Il rischio della legionellosi: misure di controllo e prevenzione

mercoledì 24 ottobre ore 14.00-18.00, Padiglione 4, Sala 6, Fiera di Verona

con il patrocinio di AICARR e AIAS
 

La legionellosi è una grave forma di polmonite che viene contratta per via respiratoria, mediante l’inalazione o microaspirazione di aerosol in cui è contenuto il batterio appartenente al genere Legionella. La letalità di tale malattia può arrivare sino a 10-15%; purtroppo negli ultimi anni si riscontra un incremento di casi diagnosticati di legionellosi associata ad impianti di acqua condottata (docce, piscine, bagni termali, bagni turchi, saune...), impianti di climatizzazione dell’aria, condensatori evaporativi o umidificatori.

Per assicurare una riduzione del rischio è necessario un monitoraggio continuo degli impianti e l’adozione di misure di prevenzione idonee, nonchè un’ampia diffusione delle informazioni e un costante aggiornamento tecnico su tale problematica.

A tal fine la Fast, attraverso questo evento, offre ai responsabili delle strutture ricettive e ai tecnici del settore l’occasione di un approfondimento e confronto sui fattori di rischio e sulle misure di controllo e prevenzione adottate e definite nelle linee guida europee e nazionali. Particolare attenzione è rivolta alle esperienze di progettazione e gestione degli impianti di condizionamento e di riscaldamento.

PROGRAMMA
Moderatore: Olga Chitotti, Fast

14.00

Registrazione dei partecipanti

14.15

Introduzione ai lavori

14.30

Linee guida europee ed italiane per la prevenzione della legionellosi

Maria Luisa Ricci, Istituto Superiore di Sanità di Roma

15.15

Il monitoraggio della legionellosi nelle strutture ricettive

Paola Borella, Studio multicentrico italiano sulla legionellosi, Università di Modena e Reggio Emilia

16.00

Impianti di climatizzazione e idrosanitari

Cesare Maria Joppolo, Politecnico di Milano, AICARR

16.45

Protocolli di manutenzione/disinfezione degli impianti

Francesco Santi, Aias

17.30

Dibattito e considerazioni conclusive

 

 

scheda di iscrizione

torna all'indice

Idrogeno: quale energia per produrlo?

giovedì 25 ottobre ore 9.30-13.00, Padiglione 4, Sala 5, Fiera di Verona

 

Se ne parla sempre di più; ormai anche la gente comune si sta convincendo che il vettore idrogeno può essere tra i migliori fornitori di energia in un futuro prossimo.

Ma come si ottiene questo elemento?

Il convegno illustra le possibili fonti per produrre l’idrogeno, indicando le tecnologie più sostenibili, così come emergono dalle esperienze in corso. Non mancano le segnalazioni di progetti locali presentati da autorevoli fornitori.

 

PROGRAMMA

Moderatore: Alberto Pieri, Fast

9.00

Registrazione dei partecipanti

9.30

Introduzione ai lavori

9.45

Da dove viene l’energia per produrre l’idrogeno?

Fabrizio Mattotea, H2IT

10.15

Produrre e distribuire idrogeno in Italia, le opportunità

Riccardo Nava, Sol

10.45

Collegare energia rinnovabile alla produzione d’idrogeno

Nicola Tunesi, Claind

11.15

Stoccare l’idrogeno: le soluzioni italiane

Sergio Lo Russo, Università di Padova

11.45

Le applicazioni d’idrogeno

Alberto Zerbinato, ICI Caldaie

12.15

Dibattito e considerazioni conclusive

 

 

scheda di iscrizione

torna all'indice