Come nasce un farmaco: i rischi delle informazioni fai da te.
Dalla sperimentazione animale alla farmacosorveglianza


Iniziativa nell’ambito degli incontri per i Cinquant’anni di Ugis
Seminario organizzato d’intesa con
OdG-Ordine regionale giornalisti della Lombardia e con UNAMSI
 con il patrocinio di Fondazione Cariplo

24 gennaio 2017 - Centro Congressi Fast


Presentazione

I fatti sono molti e in crescita: le cronache sul caso 'Stamina'; quelle sulla presunta (e falsa!) associazione fra le vaccinazioni pediatriche e l'autismo; la campagna oscurantista contro le vaccinazioni in genere, arrivata fino a una trasmissione della Tv pubblica; il credito attribuito (e divulgato) da un'attrice al cosiddetto 'Metodo Hamer' secondo cui lo sviluppo di un tumore è dovuto a un conflitto psichico, metodo che, secondo l'AIRC, ha già provocato la morte di diversi pazienti; la campagna animalista sulla presunta (e ancora falsa!) inutilità della sperimentazione animale ...
Gli esempi confermano che in Italia c'è un grave difetto di conoscenza e di informazione sulla scienza, sulle caratteristiche del cosiddetto 'metodo scientifico' applicato alla ricerca, sulla medicina basata sull'evidenza. Le conseguenze sono davanti agli occhi di tutti: ad esempio la flessione della percentuale di vaccinazioni pediatriche contro il morbillo sotto la soglia del 95%, con l’inevitabile aumento dei casi di malattia e quindi di complicanze quali l'encefalite.
Il fatto che tante 'bufale' e falsità riescano ancora a fare breccia sulla stampa quotidiana e periodica, pure quella a carattere nazionale, e in modo ancor più pericoloso sulle televisioni (che entrano tutti i giorni nelle case degli italiani) e sul web (molto seguito dai giovani), evidenzia la necessità dell'informazione corretta anche verso i media per poter fare affidamento su una comunicazione responsabile.

Relazioni:
       
Giovanni Apolone Giuliano Grignaschi    
Adriana Bazzi Franco Marchetti    
Domenico Di Giorgio Danilo ruggeri    
Silvio Garattini Video (ppt F. Marchetti)