Nuove strategie europee per l’energia

Le iniziative industriali e le collaborazioni privato-pubblico
per le tecnologie energetiche

 

20-22 ottobre 2009
CREA 2009, Veronafiere

Atti del seminario

Presentazione

Con la comunicazione “Piano strategico europeo delle tecnologie per l’energia (Piano SET) - Verso un futuro a bassa anidride carbonica” del 2007 la Commissione europea annuncia l’avvio per il 2008 delle Iniziative industriali europee (EII) per stimolare la ricerca e l’innovazione nel settore tramite la mobilitazione della necessaria massa critica in termini di attivitŕ e attori. L’Unione, gli Stati membri e le imprese hanno chiari obiettivi da raggiungere, misurabili in termini di riduzione dei costi e miglioramento delle prestazioni. C’č la convinzione che il lavoro a livello comunitario conferisca maggior valore agli obiettivi e si possano superare meglio barriere, dimensione degli investimenti e rischi. L’incontro, pertanto, illustra il Piano strategico delle tecnologie per l’energia e, a titolo esemplificativo non certo esaustivo, si sofferma su alcune iniziative di collaborazione pubblico-privato, quali idrogeno e celle a combustibile, solare, eolico. L’evento si chiude con l’esperienza nel campo energetico della Turchia, un grande paese in attesa di poter entrare in Europa.
 

Il piano strategico delle tecnologie per l’energia
Giuseppe Rovera, Crf

L’iniziativa per l’energia eolica
Luciano Pirazzi, Enea

L’iniziativa tecnologica comune delle celle a combustibile e dell’idrogeno
Luana Grimolizzi, Sapio

L’iniziativa per il solare
Anna De Lillo, Enea
Turchia, la crescita di un grande mercato dell’energia
Süleyman Bulak, Associazione turca della cogenerazione

Un caso di successo
Alberto Zerbinato, ICI Caldaie