Lo sviluppo delle bioenergie:

strumenti per l’analisi di fattibilità degli impianti di conversione energetica

 

21 ottobre 2009
CREA 2009, Veronafiere

Atti del seminario

Presentazione

L’obiettivo del “pacchetto clima-energia” del Parlamento europeo, che prevede di portare al 20% il consumo di fonti rinnovabili entro il 2020, attribuisce alle biomasse un ruolo significativo nei futuri scenari energetici. Dunque, l’impiego delle bioenergie rappresenta attualmente un tema di grande interesse non solo per i vantaggi ambientali che ne derivano, ma anche per quelli economici che possono costituire un’occasione di sviluppo locale. Il seminario si prefigge di presentare le attuali opportunità di sviluppo delle tre filiere energetiche inerenti alle biomasse legnose, al biogas e ai biocombustibili liquidi e di analizzare alcune delle più interessanti esperienze maturate nella Regione Veneto. Ampio spazio viene offerto alla presentazione di due software, elaborati da ITABIA e CRPA, per la valutazione della fattibilità e l’analisi tecnico economica della realizzazione di impianti di conversione energetica, con particolare riferimento alla produzione di biogas.
 


 

Presentazione "Rapporto Bioenergie 2008" elaborato per il Ministero dell'Ambiente
Andrea Scarpini, ITABIA

 

Presentazione del software ITABIA/UNACOMA per l’analisi della fattibilità degli impianti di conversione energetica, con particolare riferimento agli impianti a biocombustibili solidi e biocombustibili liquidi
Andrea Scarpini, ITABIA

Presentazione del software CRPA per l’analisi tecnico-economica di impianti a biogas
Claudio Fabbri, CRPA

Analisi fattibilità degli impianti di teleriscaldamento a biomassa. L’esperienza della Val di Fiemme
Andrea Ventura, Bioenergia Fiemme S.p.a. di Cavalese - FIPER

L’esperienza di ETRA S.p.a. di Bassano del Grappa (VI)
Marco Bacchin, ETRA