Le risorse fossili non convenzionali

Conferenza di Alessandro Clerici

09 Giugno 2014 - Centro Congressi Fast


Presentazione

Negli ultimi anni si è assistito ad una “rivoluzione” nel settore delle riserve di idrocarburi non convenzionali a livello mondiale, che va sotto il nome di “shale gas”, gas contenuto nelle microporosita’ di sedimenti argillosi. Lo shale gas trova particolare sviluppo negli Stati Uniti, che sono ormai indipendenti da importazioni e vedono un abbassamento del prezzo a meno di un terzo di quello europeo.
Con gli alti prezzi del petrolio, in aggiunta al gas non convenzionale anche gli “oil shales” (rocce sedimentarie a grana fine che contengono una gran quantità di materiale organico da usarsi sia per essere bruciato direttamente sia per estrarre combustibili liquidi che vanno sotto il nome di shale oil), gli olii extra pesanti ed il bitume stanno diventando una realtà industriale. Sia il gas che gli olii non convenzionali presentano riserve a livello mondiale che superano di gran lunga quelle di gas e petrolio convenzionali sovvertendo la teoria di scarsità di combustibili fossili, dove anche il carbone ha oltre 100 anni di vita ai consumi attuali e con le riserve ad oggi accertate.
La conferenza fa il punto su valori e localizzazione di queste nuove riserve fossili nei diversi paesi e sulla loro produzione per confronto anche con le risorse convenzionali. A fronte degli indubbi vantaggi delle risorse fossili non convenzionali, vengono anche evidenziati i potenziali rischi ambientali legati in particolare alla loro estrazione e trasformazione.


Relazioni:      
  Alessandro Clerici